giovedì 27 settembre 2012

1000 x 1000: Corri per la vita!

1000 x 1000: FORWARD 

a Bormio - 18-19 e 20 ottobre 2012


Il Gruppo Podistico Rupe Magna di Grosio è stato coinvolto dall’U.S. Bormiese nell'’organizzazione della quarta edizione della "1000 x 1000", evento a scopo benefico (l’incasso viene devoluto alle Onlus SCIARE PER LA VITA e CANCRO PRIMO AIUTO) che consiste in una grande corsa a cui partecipano 1000 persone, ognuna delle quali deve percorrere 1000 metri, nel centro di Bormio.

Grosini, partecipate numerosi! Dobbiamo essere 150!

Pro loco Grosio
US Bormio
bbvillaverde

mercoledì 19 settembre 2012

La Sacra Famiglia di Marcello Venusti


Un’opera d’arte d’inestimabile valore è custodita nel Santuario della Beata Vergine delle Grazie di Grosotto (Sondrio).
Si tratta della ‘Sacra Famiglia’ di Marcello Venusti (1510-1579).
Il  pittore, originario di Mazzo in Valtellina, iniziò la sua formazione artistica presso la bottega dei Campi di Cremona, per poi trasferirsi, nel 1540, a Roma, forse ivi chiamato da uno zio prete.
Perin del Vaga, allievo del Ghirlandaio e di Raffaello, lo accettò subito nella sua bottega e, alla sua morte (1547), gli lasciò in eredità un imponente bagaglio artistico.
Marcello Venusti incominciò così a lavorare in proprio, supportato dall'amicizia e dalla proficua collaborazione con Michelangelo. Numerose sue opere furono eseguite su disegni del grande Maestro e sono ora custodite in musei e chiese di tante città italiane ed europee, tra cui citiamo, ad esempio, Santa Maria sopra Minerva a Roma. 
Il ‘Giudizio Universale’ del Venusti, conservato nel museo di Capodimonte a Napoli, negli anni 90, durante i lavori di restauro del ‘Giudizio’ di Michelangelo nella Cappella Sistina, fu utilizzato quale traccia. Il capolavoro michelangiolesco infatti, appena ultimato (1563), subì le manomissioni di Daniele da Volterra, il quale, obbedendo ai dettami del Concilio di Trento, coprì le nudità di alcune figure.

La certezza sulla paternità dell’opera è frutto di un paziente lavoro di ricerche, effettuate da Graziano Robustellini. Sfogliando uno dei 6 volumi dei conti del Santuario, in un inventario del 1617 viene descritto con precisione il quadro "di molto valore, di mano de mastro Marcello Venosta di Mazzo"

La Sacra Famiglia, fresca di restauro, dall'8 settembre 2012, può essere ammirata in tutto il suo splendore presso il Santuario di Grosotto.

giovedì 17 maggio 2012

Le 3 Mitiche

Le Grandi Salite del ciclismo in Valtellina 



Il Giro D'Italia 2012 concluderà la sua ultima tappa al Passo dello Stelvio, passando dall'Aprica, Teglio, Passo del Mortirolo, Grosio e Bormio.
Un'occasione unica per gli amanti del ciclismo: provare le più famose salite delle Alpi con a disposizione una guida ed un mezzo di supporto per tutta l'estate 2012, da metà giugno a metà settembre. 
Mai visto un menù così gustoso: 
Giovedì - Stelvio
Venerdì - Gavia
Sabato - Mortirolo
Puoi trovare dettagli e regolamento qui: www.valtellina.it  

OFFERTA B&B Villa Verde - dal 14 giugno al 15 settembre 2012

  • 4 pernottamenti in doppia/tripla con prima colazione a buffet
  • uso lavasciuga
  • internet wereless
  • parcheggio interno e garage per biciclette
  • Programma le "3 Mitiche" incluso / “3 mitiche” offers included
€ 140,00 a persona

Contattaci

venerdì 27 aprile 2012

Trenino rosso del Bernina su RAI 3

Sabato 28 aprile alle ore 11,30  su RAI 3: 

il trenino Rosso del Bernina - patrimonio Unesco - Tirano e le sue potenzialità turistiche 


L'esigenza e la necessità di valorizzare e promuovere la ricchezza e la qualità dei nostri prodotti, della nostra agricoltura e della nostra industria agroalimentare unisce più forze, che danno vita ad una rubrica, ospitata dal Tg regionale.
Si chiama "Prodotto Italia", avrà come filo conduttore le nostre tradizioni ed è realizzata dalle redazioni di Bologna di "Italia Agricoltura" e di Milano de "I Nostri Soldi", con la collaborazione di tutte le sedi regionali.


Approfondisci
le foto sono di "Prodotto Italia"
b&b vicino al trenino rosso

mercoledì 25 aprile 2012

La pestèda: un connubio tra sapori d’Oriente e aromi alpestri.

Alla scoperta del viagra grosino

In queste note cercherò di tracciare un breve profilo storico-linguistico sull’origine del tipico condimento grosino. Non è stato facile riscoprire in un percorso a ritroso le labili tracce di questa tradizione mai celebrata ufficialmente eppure così da lungo tempo praticata nella gastronomia locale. Ho scartabellato manoscritti e registri polverosi, ho scovato ricette medievali per fabbricare l’inchiostro, antidoti “sicuri” contro la peste, consigli pratici per l’allevamento dei bachi da seta e tante altre amenità e curiosità, ma niente, nessuna ricetta e nessuna notizia attinente lo scopo della ricerca.
Concorso "miglior pestèda"
A dire il vero si è trattato della conferma di ciò che mi aspettavo perché non può esserci stato un atto ufficiale di introduzione di questo condimento o di consacrazione dello stesso come si è fatto in un recente convegno o come avviene nell’annuale concorso pubblico per individuare la migliore pestèda. Non potevo trovare niente perché sono convinto che si tratti di un insaporitore evolutosi nel tempo.
Deve essere avvenuto un po’ come per il nostro costume tipico, dove, partendo da una base locale, affinata e arricchita nel corso degli anni secondo le mode, si sono assimilati gusti, usi e costumi acquisiti nelle documentate esperienze lavorative maturate lontano dagli àmbiti valtellinesi. Era impensabile di poter rinvenire la ricetta della pestèda perché la sua comparsa sulle tavole grosine divenne ben presto una consuetudine talmente familiare da far ritenere banale una sua codifica.
D’altra parte anche adesso chi può avere la presunzione di affermare che la sua ricetta è quella giusta, quella verace come direbbero i napoletani? Sarà magari la migliore per il suo palato, ma non necessariamente per tutte le bocche. I latini, che la sapevano lunga nell’arte praticata in culina, ci mettono in guardia a tal proposito sentenziando salomonicamente de gustibus non disputandum est. (leggi tutto il testo di Gabriele Antonioli)

martedì 24 aprile 2012

Italia Bella: Grosio

Navigando in internet, ho trovato un' interessante descrizione di Grosio e delle sue peculiarità, curata da Massimo Tommasini, che desidero vivamente ringraziare. Un po' di pubblicità al proprio paese non può che far piacere e certamente recherà buoni frutti.
Peccato che i links ai prodotti, ospitalità, territori e consigli vari conducano in tutt'altri luoghi, per lo più trentini! Così pure nella galleria delle foto di Grosio, in fondo alla pagina, nessuna immagine è riferita a Grosio o alla Valtellina.
Cliccate sul banner "Mondo del gusto"  e ...buona lettura !



www.bbvillaverde.it

venerdì 6 aprile 2012

Briciole di polenta: incontri sulla storia locale da gustare in biblioteca


Dall’11 aprile sino al 16 maggio la biblioteca civica di Bormio ospiterà una serie di gustosi appuntamenti serali sulla storia locale. Briciole di polenta, questo il titolo della rassegna, vuole essere per la popolazione l’occasione di ampliare il proprio bagaglio di conoscenze sul paese in cui vive; gli incontri, gratuiti e aperti a chiunque ne sia interessato, promettono di regalare momenti di genuina condivisione di un passato che ci appartiene rifuggendo schemi didattici ed accademici. Come promesso dalla storica e responsabile dell’archivio Lorenza Fumagalli, relatrice degli incontri, Briciole di polenta smentirà alcune “convinzioni storiche” sulla realtà locale ormai consolidate e chiarirà alcuni aspetti ancora nebulosi della storia della Magnifica Terra. I cinque incontri, contraddistinti da un taglio monografico, intendono fornire informazioni, approfondimenti ed ulteriori conoscenze per una più attenta valorizzazione del patrimonio storico-culturale del nostro territorio, spendibili anche sotto il profilo turistico.

Programma incontri 
11 aprile: Bormio e i suoi Statuti 
18 aprile: L’edilizia pubblica nel corso dei secoli 
2 maggio: Commercio e turismo nella Magnifica Terra 
9 maggio: L’acqua nell’economia locale 
16 maggio: Stregoneria e leggende 
Relatrice: Lorenza Fumagalli

Post Scriptum:
Gli incontri si terranno presso la Biblioteca civica di Bormio in via don Peccedi 1 dalle ore 20.30 alle ore 22.00
Sul sito del Comune di Bormio, sezione "media"" sono pubblicate le slides in pdf delle lezioni del ciclo "Briciole di polenta" di Lorenza Fumagalli. Per chi volesse consultare questo materiale, ecco il link:



martedì 3 aprile 2012

Slideshow B&B Villa Verde Valtellina


TripAdvisor è conosciuto dai viaggiatori di tutto il mondo come uno dei più grandi contenitori di esperienze di viaggio e di recensioni.

Se avete già soggiornato nel b&b Villa Verde, QUI potete scrivere anche un vostro commento, dopo esservi registrati. Oppure potete leggere quelli di altri ospiti.

TripAdvisor offre la possibilità di creare una Slideshow sulle proprie esperienze di viaggio. Perchè non approfittare! Nella speranza di incontrarvi, auguro una buona visione!



--------------------------------------------------
Slideshow B&B Villa Verde Valtellina: Gianfranca’s trip from Bormio, Lombardia, Italia to 3 cities Valtellina (near Sondrio), Tirano and Grosio was created by TripAdvisor. See another Italia slideshow. Create your own stunning slideshow with our free photo slideshow


lunedì 2 aprile 2012

Un uomo venuto da lontano

"La pace non regna tra gli uomini se prima non è nel cuore di ciascuno di noi" (Giovanni Paolo II)


Amedeo Minghi - Un uomo venuto da lontano (Videoclip Ufficiale)
www.youtube.com





"Un uomo venuto da lontano.
Negli occhi il ricordo
dei campi di grano.
Il vento di Auschwitz portava nel cuore,
e intanto scriveva poesie d'amore.
Amore, che nasce dal cuore dell'uomo,
per ogni altro uomo"


sabato 31 marzo 2012

Vinitaly - Bilancio positivo per la Valtellina


La Valtellina ha vinto la sua scommessa !  

Chiude all’insegna delle emozioni e dei successi il Vinitaly 2012 del Consorzio Tutela Vini Valtellina, che nei quattro giorni di fiera - da domenica 25 a mercoledì 28 marzo - ha fatto registrare un’ottima affluenza di visitatori, degustatori e buyer nazionali e internazionali, confermandosi un importante punto di riferimento per tutti gli appassionati di vino e per gli addetti ai lavori...
La Valtellina ha vinto la sua scommessa e registra dunque un Vinitaly dal bilancio decisamente positivo. La ricetta vincente di abbinare al vino la gastronomia, il turismo, la cultura e la storia ha dato i suoi frutti con grande soddisfazione delle 18 cantine presenti a Verona. Un mix variegato con un unico collante d’eccezione: il territorio. Una formula ben assortita che ha visto tutta la filiera valtellinese nella vetrina internazionale di Verona per fare respirare la sinergia che insieme si rappresenta.

venerdì 30 marzo 2012

A Grosio prematura scomparsa di Carlo Rodolfi

Per tanti anni è stato il punto di riferimento del Parco delle Incisioni Rupestri di Grosio 

Giovedì 29 marzo 2012 hanno avuto luogo le esequie funebri, nella maestosa parrocchiale, gremita di Grosini e di molti amici e conoscenti venuti anche da lontano. 
Il Parroco, durante l'omelia, si è soffermato soprattutto sulle qualità morali e spirituali di Carlo: bontà e amore, disponibilità, carità e apostolato. Molto attivo nella vita pastorale del suo paese e partecipe delle varie iniziative zonali e diocesane, si è impegnato ovunque ci fosse stata necessità: componente della corale, ministro dell'Eucarestia, collaboratore nelle attività dell'Oratorio, promotore della Caritas e Membro dell'Azione Cattolica.
Bruno Ciapponi Landi, direttore del Consorzio parco Incisioni rupestri,  prima della sepoltura al cimitero, lo ha ricordato anche per le sue qualità e capacità umane e per i suoi numerosi impegni istituzionali legati in modo particolare al Parco di Grosio, all'Istituto Archeologico Valtellinese ed  alla Società Storica Valtellinese.


inserito da Gianfranca

“Come e cosa visitare in Valtellina. Arte, cultura e sapori”


"Chi non è stato in Valtellina, ci vada. E ci vada subito, prima che
sia tardi. Non perché qui il paesaggio sia minacciato da pericoli
più gravi e più imminenti di quelli da cui sono ormai minacciati i
paesaggi di tutto il mondo. Ma perché si tratta di una bellezza così
straordinaria e così incredibilmente intatta, che mi pare difficile
possa durare ancora a lungo e che un caso qualunque, da un
giorno all’altro, non la offuschi." (Mario Soldati)

Il brano citato introduce la guida sulla Valtellina, curata da  Barbara Chiodi, un ebook edito da TuttoCome.it. L’autrice, avendo vissuto i suoi primi vent’anni in questa valle lombarda, definita dagli storici “crocevia dell’Europa”, trasmette con entusiasmo, semplicità ed abilità tutto ciò che può interessare un turista, abbinando alle descrizioni dei luoghi riferimenti storici, suggerimenti pratici, indirizzi e consigli.
Percorre tutta la  valle dell'Adda, dal Terziere Inferiore fino al Passo dello Stelvio, evidenziando tutte le peculiarità più interessanti, ma anche sfiorando gli angoli più nascosti, che sanno trasmettere emozioni.

Il 28 marzo 2012, su Repubblica, la giornalista Paola Santoro ha scritto una lusinghiera recensione sulla guida, che condividiamo, inserendo l'articolo qui a fianco.

E’ acquistabile oneline su www.lafeltrinelli.it -www.libreriarizzoli.corriere.it - www.bookrepublic.it
Buona lettura!


b&b Villa Verde


mercoledì 28 marzo 2012

Presentazione DEEG - Dizionario Etimologico Etnografico Grosino - a Grosio il 14.04.2012


Nel 1995 veniva pubblicato il Dizionario Etimologico Grosino (DEG) che riscosse una calorosa accoglienza fra la popolazione locale e lusinghieri apprezzamenti in ambito scientifico. 
Consapevoli che l’opera poteva essere ulteriormente perfezionata, in questi diciassette anni abbiamo continuato ad analizzare le fonti documentarie, a coinvolgere nuovi collaboratori, ad arricchire i lemmi con esemplificazioni, a raccogliere nuove testimonianze, ad aggiornare le proposte etimologiche emerse da nuovi studi e dalle numerose recensioni. Siamo così passati dalle 1100 pp. della prima edizione alle attuali 1900 pp. Data la vastità delle integrazioni e in considerazione del fatto che il DEG risultava ormai esaurito da anni, abbiamo ritenuto indispensabile dare vita a una nuova versione. Oltre agli aspetti già evidenziati, la nuova edizione è pure caratterizzata dall’approfondimento della sezione etnografica e dall’aggiornamento dell’apparato fotografico.    

Con vivo piacere vi invitiamo alla presentazione del Dizionario Etimologico Etnografico Grosino (DEEG) che si terrà a Grosio sabato 14 aprile alle ore 21 c/o la Sala della Comunità.

La serata vedrà la partecipazione del Prof Max Pfister 
unitamente agli autori Gabriele Antonioli, Remo Bracchi e Giacomo Rinaldi 


______________________________________________________________
IDEVV 
Istituto di Dialettologia e di Etnografia 
Valtellinesee Valchiavennasca
Grosio - tel/fax:  0342 848621 - e-mail: idevv@tiscali.it 
Tirano - tel/fax: 0342 701181 - e-mail: museo.tirano@provincia.so.it



____________________________________________________________________________________________
nella foto in alto: la Bernarda, maschera tradizionale grosina; sotto il logo dell'IDEVV, l'homo selvadego
Altre info:  http://www.bbvillaverde.it - http://www.facebook.com/gianfranca.dellacqua